Sicilia, la culla dei sapori mediterranei

Pensando alla Sicilia viene in mente il mare, il sole, le meravigliose spiagge… ma soprattutto si pensa alla cucina siciliana, una cucina che ha le sue radici saldamente legate al suo territorio e alle sue culture.

La cucina siciliana è un'arte che già dai tempi dell'Antica Grecia ha iniziato a muovere i primi passi, legandosi indissolubilmente nel tempo a nuove pietanze e nuovi sapori che hanno "invaso" l’isola.

Ogni popolo che si è insediato nell’isola ha lasciato la sua impronta volta ad arricchire una già cospicua tradizione, considerata non a torto la più ricca e scenografica cucina d’Italia.
Alcune sue specialità hanno fatto il giro del mondo, complice l’emigrazione all’estero; moltissimi piatti della tradizione siciliana sono conosciuti e apprezzati in tutto il globo basti pensare alla cassata siciliana, alla vera granita e agli arancini.

Il clima mite dell'isola favorisce la crescita di piante aromatiche che puntualmente accrescono i gusti delle ricette locali. Terra per antonomasia di limoni e arance, la Sicilia presenta una cucina regionale nell'insieme omogenea: ma andando di città in città si scopre quasi subito che ogni zona o territorio ha le sue ricette tipiche. Insomma una specialità che si trova facilmente in una provincia può diventare arduo trovarla in quella accanto e se si trova… ha caratteristiche che comunque la rendono unica e differente dalla vicina "sorella".

Un esempio? Pensiamo alle panelle palermitane, gustose e sfiziose frittelle con farina di ceci, o i mucchietti di Mazzara del Vallo, dolci a base di pasta di mandorle glassata e farcita, che si trovano solo nella zona tipicamente di produzione. Di uso tassativo ed esclusivo l’olio extra vergine d’oliva, impiegato sia per cucinare che per condire. Il burro invece ha una presenza molto marginale. Tradizionalmente molto presenti sono il pesce e i molluschi. Il pesce rigorosamente fresco viene aromatizzato con olio, aglio, olive o capperi, pangrattato e succo d’arancia… ingredienti semplici che esaltano il particolare gusto del pescato locale. Se si parla di piatti vegetali la regina è la caponata, una elaborazione di verdure tipicamente siciliana.
Passando per i primi piatti si incontra la famosissima pasta con le sarde e il finocchietto selvatico oppure la altrettanto nota pasta alla Norma con pomodoro melanzane e ricotta salata.
Ad accompagnare i piatti principali non può mancare il pane che qui viene sfornato anche due tre volte al giorno, spesso cosparso di semi di sesamo. La Sicilia è inoltre produttrice di innumerevoli varietà di formaggi, fra cui ricordiamo la ricotta di pecora e la mozzarella di bufala.
Un buon pasto in Sicilia viene completato con un dessert fritto, al forno o al cucchiaino; spesso i dolci sono a base di frutta fresca e frutta secca arricchiti da miele e cioccolato. Non si può partire dalla Sicilia senza aver gustato la tipica ed inimitabile cassata siciliana e una freschissima granita, perché anche se in molti posti del mondo ormai si trovano…. Come si trovano su quest’isola…. Non si trovano da nessuna parte.

il tuo ordine